Mas Y Mas, (una nueva vìa pàra tus pies de gato, ndr)

Parete Striata

Salita nel Gennaio 2008 da: Roberto Vigiani e Luisa Siliani

Sviluppo : 160 metri

Difficoltà max : 6c – S1/ I

Difficoltà obbligatoria : 6a

Materiale occorrente : 15 rinvii

La via è completamente attrezzata a fix inox  10 mm e catene inox alle soste.

Essendo una via nuova è ancora presente  un po’ di terra dovuta alla pulizia (che sparirà con le prime piogge) e qualche pietra instabile che può esserci sfuggita in fase di attrezzatura,pertanto è raccomandato l’uso del casco!

Dalla fine della via è consigliabile traversare a sx per 20 m raggiungendo l’ultima sosta del Bunker o di Powa e uscendo dalla parete per una di queste.

Eccoci qua , anche quest’inverno  come tutti gli inverni che si rispettano siamo tornati al Muzzerone….

Ormai da diversi anni, con Luisa, ci concediamo di aprire una via nuova  sfruttando la mia conoscenza di queste pareti che ormai (sig!) ha festeggiato le 35 primavere.  Anche questa volta ho scovato tra le pieghe più nascoste della Parete Striata un itinerario che a conti fatti ha stupito anche me per bellezza e logicità.

Anche questa è una via dedicata agli amanti della bella roccia e della chiodatura “plasir” e il nome  “ Mas Y Mas “ è il nome di una catena di supermercati Spagnola che  esiste anche da noi dovutamente tradotta in italiano.

 Perché questo nome? Semplice, queste vie hanno successo  proprio come i supermercati.

 Si abbandonano i monotiri noiosi e molto uguali (come i negozietti di provincia dove si perde delle ore per far la spesa e a volte non c’è nemmeno varietà di scelta) e si privilegia queste itinerari ,veri supermercati del gesto, dove in una via si trova di tutto: placca,strapiombo, diedro, dulfer, fessure.

Il tutto è condito da una chiodatura quasi perfetta  che permette di gustare giornate indimenticabili in uno dei contesti arrampicatori più belli del nostro Mar Tirreno facendo rivivere quel tanto dimenticato “dinosauro” che è “la cordata a due”.

La via così come tutte quelle chiodate ultimamente con Luisa è attrezzata tutta a fix inox e le soste sono con catena , pertanto pregherei chiunque ne usufruisca di non rubarle (come è già successo su Kimera e su Trident) perché tali gesti meschini sono a discapito di tutti!

Buona  arrampicata

Roberto e Luisa